Ambiente, Calabria, comunità, cosenza, Cultura, Mondo, Notus, Politics, programma

Parco archeologico Kaulon, sulle nostre frequenze approfondimento di Tekne AUDIO

Tekne, trasmissione condotta da Matteo Enia e Paolo Veltri, torna a Monasterace per l'ultima puntata della terza stagione, ospiti Alfredo Ruga della Soprintendenza e l'archeologo Francesco Cuteri (in calce puoi ascoltare un estratto dell'intervista): on air domani alle 12 in streaming sul nostro sito oppure sui 105,7 fm.

IL DOSSIER DELLA TRASMISSIONE TEKNE

Kaulon è la polis magnogreca identificata da Paolo Orsi nell’attuale Comune di Monasterace Marina, in provincia di Reggio Calabria. L’interesse scientifico del sito archeologico ha attratto nel tempo le migliori università.

Di proprietà statale e comunale la vasta area (sopra in foto parte del basamento del tempio dorico e una macchina parcheggiata dentro il parco, agosto 2016) su cui si estende costituisce il parco archeologico dell'antica Kaulonia che comprende anche il Museo.
Tra dicembre 2013 e febbraio 2014 però le mareggiate hanno provocato seri danni ai resti archeologici della polis che gli scavi avevano messo in luce già fin dai tempi di Orsi.

GUARDA LA CLIP ESCLUSIVA DI TEKNE

In particolare alcune zone relative ai resti del tempio dorico, come testimoniato dal video sopra, sono state letteralmente divelte dalla furia delle onde, mettendo in serio rischio anche l’area del complesso termale, dov'è stato rinvenuto il pavimento musivo più antico in Magna Grecia e Sicilia (nella foto sotto un particolare del mosaico prima della sua copertura).

Quindi dopo una prima messa in sicurezza della duna costiera, nell’anno 2015 sono stati concessi dal MiBACT ulteriori fondi per proseguire l'opera di protezione dell'intero fronte a mare dell’area archeologica, circa 450 metri di lunghezza, al fine di scongiurare ulteriori danni al patrimonio. Però il progetto nel corso della Conferenza di servizi del 9 marzo 2016 è stato considerato «non adeguato ai criteri di selezione previsti dal programma PON cultura e sviluppo 2014-2020 e pertanto sono stati richiesti ulteriori approfondimenti di tipo strutturale e geologico». 

Altri problemi attanagliano poi il sito come l’abbandono e l’incuria (leggi l'articolo di Paolo Veltri e il commento di Angela Acordon), tali da indurre il Mibact a inviare l'anno scorso gli ispettori per verificare le condizioni (sotto in foto alcuni pannelli divelti dentro il parco, marzo 2018).

Per quanto riguarda il pericolo mare la situazione è cambiata con un intervento della Regione che ha dato via nel 2017 agli interventi di messa in sicurezza

Francesco Cuteri (in foto sopra), archeologo e massimo conoscitore di Kaulon, ha ricevuto l'incarico di seguire i lavori dalla Soprintendenza e domani sarà ai nostri microfoni, ascolta qui sotto un'anticipazione:

      L'ARCHEOLOGO CUTERI SUI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DAL MARE (AUDIO)

E Cuteri ci parlerà anche di nuove scoperte... rimani collegato su Radio Ciroma!

Comments are closed.