home » comunanza, musica

Traiettorie nel Multiverso 2013: Piccola rassegna di sveltine per una nuova promiscuità musicale

23 gennaio 2013 | ciroma nessun commento stampa stampa
 

PICCOLA RASSEGNA DI SVELTINE PER UNA NUOVA PROMISCUITÀ MUSICALE

Individuare all’interno del contesto artistico urbano figure particolarmente avvezze ad operazioni di taglio “sperimentale” o se si preferisce “alternativo”, riunirle insieme in tante piccole compagini di natura ibrida per vissuto, provenienza e formazione, commissionare loro tematiche e soggetti originali appositamente ideati per un occasione che rimane unica, irripetibile e ad edizione limitata, garantirsene attraverso un patto di affidabilità l’impegno creativo mettendo loro a disposizione un luogo e un tempo per la circostanza espositiva, infine documentarne i risultati in attesa di nuove imprese con nuovi soggetti e nuove tematiche; ecco cosa sottende a questa iniziativa promossa dalla giovane, ma con le idee già chiare, Associazione Tecnè sulla base di un’esperienza pioneristica risalente allo scorso anno e di cui la presente rappresenta uno sviluppo.

E come una “sveltina” la cosa nasce e finisce così a meno che i protagonisti coinvolti non vogliano poi autonomamente ripetere quella che a ben vedere si tratta di un’operazione tesa a favorire un melting pot che qui ci piace intendere metaforicamente come un atto di “promiscuità” creativa (coerentemente all’idea di sveltina).

Troppo spesso, per ragioni più o meno comprensibili di sopravvivenza professionale, si è portati a cristallizzarsi in progetti univoci a lunga scadenza tesi a timbrare il cartellino nei locali durante i fine settimana cambiando, di stagione in stagione, la veste ma non la sostanza e determinando così una certa pigrizia creativa, una stasi comunicativa, una monotonia nel rapporto tra l’artista e il fruitore per cui quel famoso “confronto”, di cui tanto si avverte la necessità, rimane relegato al mondo di idee e parole trite e ritrite a sfavore delle reali aspirazioni dell’artista sempre più preoccupato ad accontentare i promoter che sé stesso. Alla luce di questa considerazione e con la presente rassegna si vuole invece cercare e offrire, sia all’artista che al pubblico, un’alternativa valida dove “il fine a sé stesso” diventa un valore che può tuttavia tranquillamente coesistere con un modus operandi più ufficiale.

Primo appuntamento dell’anno sarà quello con “Mancantema…presente“. Venerdì 25 Gennaio, presso il Centro De Luca, Gianfranco De Franco e Ilaria Montenegro giocheranno sull’annullamento di ogni realtà/irrealtà creata ed “indotta” dai musicisti nello spazio. Un modo leggero e simpatico per esprimere il divenire: cambiamento, trasformazione o movimento di qualsiasi cosa.

Ingresso 5 Euro.

Qui le prossime date e il programma completo della rassegna:

Venerdì 15 Febbraio
“4+20: omaggio a Crosby, Stills, Nash & Young”
Aldo D’Orrico (voce, chitarre), Mirko Onofrio (voce, fiati)
Stefano Amato (cello, synth, mandolino)

Venerdì 22 Marzo
“Hotel Guantanamo”
Manolo Muoio & Captain Quentin

Venerdì 19 Aprile
“Eating sound”
Vlad KayaDub (campionamenti, live electronics), Carmine Mou (fornelli e impiattamenti), Cesare Tenuta (chitarra classica)

Venerdì 17 Maggio
“Visioni distorte”
Alessio Pasqua & Taka Bum

Venerdì 14 Giugno
“Patty’s way: fattacci dal Bronx fritti nel jazz bollente”
Red Basica & Patty Spadafora

| more
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

lascia un commento:

aggiungi il tuo commento qui, o fai un trackback dal tuo sito/blog. evita di andare fuori tema o di inviare spam... se vuoi lasciare un commento generale, una jastima o un pernacchio vai sul muro