home » approfondimenti, appunti, recensioni, storie

Recensione: “La fabbrica dell’uomo indebitato” di M. Lazzarato

23 marzo 2013 | milingo nessun commento stampa stampa
 

lafabbricadell'uomoindebitato(a cura del Nodo Redazionale di Cosenza di Radio Uninomade)

Nella trasmissione di venerdì 15 marzo, ci siamo occupati della recensione de: “La fabbrica dell’uomo indebitato”, Saggio sulla condizione neoliberista, di M. Lazzarato (DeriveApprodi, 2012).

Giorno dopo giorno siamo sempre più debitori: nei confronti dello Stato, delle assicurazioni private, delle imprese …e per onorare i nostri debiti siamo sempre più costretti a diventare «imprenditori» delle nostre vite, del nostro «capitale umano». Il nostro orizzonte materiale ed esistenziale viene così stravolto.

Il debito, tanto privato che pubblico, è la chiave di volta attraverso la quale leggere il progetto di un’economia fondata sul pensiero neoliberista.

Rileggendo Marx, Nietzsche, Deleuze e Foucault, l’autore dimostra che il debito è anzitutto una costruzione politica e che la relazione creditore/debitore è il rapporto sociale fondamentale delle nostre società.

Perché il debito non è semplicemente un dispositivo economico, è anche, e soprattutto una tecnica di governo e di controllo delle soggettività individuali e collettive. Come sfuggire alla condizione neoliberista dell’uomo indebitato? Per Maurizio Lazzarato la risposta non è semplicemente economica. Ciò che dobbiamo rimettere in discussione è proprio il «il sistema del debito» oggi alla basa della struttura del capitalismo.

Recensione “La fabbrica dell’uomo indebitato” – Parte primaASCOLTA
Recensione “La fabbrica dell’uomo indebitato” – Parte secondaASCOLTA
ascolta:   ascolta:  
| more
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

lascia un commento:

aggiungi il tuo commento qui, o fai un trackback dal tuo sito/blog. evita di andare fuori tema o di inviare spam... se vuoi lasciare un commento generale, una jastima o un pernacchio vai sul muro