home » musica

Le serate musicali del More – Dal 13 Novembre la rassegna al Teatro Morelli

12 novembre 2013 | ciroma nessun commento stampa stampa
 

MOREAll’interno del calendario della Residenza Teatrale “More”, gestita dalla compagnia Scena Verticale all’interno del Teatro Morelli di Cosenza, si svolgeranno 4 appuntamenti musicali che porteranno una ventata di novità all’interno di un luogo non propriamente ad uso a questo tipo di sonorità: la sala Montimurro, ossia il foyer del teatro cosentino.

Questa sorta di “rassegna nella rassegna” è una scommessa, un tentativo di dare spazio ad una serie di belle realtà musicali tutte frutto di autoproduzioni, alcune conosciute, altre meno, altre ancora meno. L’idea alla base della piccola rassegna è quella di promuovere le piccole realtà musicali dal basso, puntando sempre sulla qualità e sull’entusiasmo.

Club Silencio è mediapartner della rassegna

Questo il calendario degli appuntamenti:

Mercoledì 13 novembre ore 21

RED BASICA & PATTY SPADAFORA in “Storiacce dal Bronx fritte in olio bollente!”

Lo spettacolo vede come protagonista la formidabile Patty Spadafora, vera e propria maestra di vita, che racconterà di aneddoti a limite del paradossale, di statue di San Francesco di Paola in pieno Bronx, di risse con i pugliesi per ragioni che non sveleremo in questa sede e molto altro ancora. Ad affiancarla ci saranno i Red Basica di Mirko Onofrio (musiche e sax), Giuseppe Oliveto (trombone), Gianfranco De Franco (sax), Massimo Garritano (chitarra), Giuseppe Sergi (basso) e Massimo Palermo (batteria), con un repertorio fritto in olio bollente per l’occasione.

Sabato 30 novembre ore 21

PROSPETTIVE DI GIOIA SULLA LUNA

Peppe Barresi (voci, chitarre), Domenico Amuso (tastiere, voci), Agostino Taverna (basso), Davide Furfaro (chitarre), Roberto Ciardulli (batteria). Fin dalle prime mosse, nel 2005, l’ambizione del gruppo è quella di essere fruibili a tutti i livelli, ma la band non manca di approfondire dinamiche e argomenti sonori che aprono alle più diverse matrici (dall’elettronica al pop, dal neo-folk alla musica d’autore, fino alla new wave). Il primo disco, “Il giorno dopo”, sintetizza al massimo tutte queste caratteristiche.

Mercoledì 4 dicembre

ELMORE PENOISE + LUIGI PORTO

Un nome preso in prestito da uno dei più venerabili bluesman del Mississippi, con quelle figure solitarie e misteriose Elmore condivide la purezza di una forma canzone affidata soltanto alla voce e alla chitarra. In una manciata di pezzi scarnificati, a volte eterei, liriche intimiste sono affidate ad un cantato che va dal sussurro all’urlo liberatorio. Uno stile personale e tuttavia rispettoso dei numi tutelari, tra i quali: Neil Young e Tim Buckley, Sparklehorse e Songs: Ohia. Dopo aver esplorato il dream pop con i Fjelds, e con una formazione puramente rock alle spalle, in questo nuovo progetto parallelo Elmore si spoglia di ogni sovrastruttura ed approda da solista alla pura forma. Alla faccia di chi ancora pensa che per affrontare una platea ci vogliano almeno un migliaio di watt.

Luigi Porto è compositore e sound designer cosentino, vive tra New York e l’Italia. Dopo l’esperienza Appleyard College, in bilico tra folk, elettronica dilatata e musica da camera, per anni si è dedicato al sound design ed alla musica per immagini, lavorando a Roma in ambito cinematografico. Ha pubblicato per Cold Current Productions, Kipple Officina Libraria, Lallabau Produzioni, Snowdonia, Come Together Music. Dal 2007 è membro dei Maisie. Quest’anno a New York ha co-fondato una compagnia d’opera, presentata con un concerto a Manhattan. Per la programmazione More, Luigi Porto propone una forma canzone cinematografica, che va da un restyling di brani di Appleyard College ad anticipazioni del prossimo “Scimmie”, edito da Cineploit Records, che è anche colonna sonora del prossimo film di Romano Scavolini. Ad accompagnarlo tre artisti d’eccezione: Aldo D’Orrico (strumentista filologo per eccellenza, chitarra elettrica dei Miss Fraulein, chitarra acustica ed armonica in Muleskinner Boys, Flying D’Orricos, Kyle e altre mille situazioni), Stefano Amato (violoncellista, chitarrista, maestro di musica nella scuola dell’obbligo, musicista da camera ed esploratore di generi) ed Erica Gagliardi (vocalist versatile e dotata che cresce con il jazz. È voce solista dell’Orchestra Calabra e dell’opera “Cypriana” di Nicola Pisani. Lavora anche in orchestre di improvvisazione).

Mercoledì 18 dicembre ore 21

TOMFOOL PROJECT

Fabio Cosentino (voce), Vincenzo Giampà (chitarra), Pierpaolo Ielà (basso), Francesco Procopio (batteria). ”Essi giunsero nei pressi di Revenglass al calar del sole. Novembre volgeva al termine nel rincorrersi di un anno qualunque, con aria talmente fredda che la si sentiva penetrar le ossa. Un miglio ad Est, più avanti, la foschia avvolgeva il profilo del castello che si ergeva prepotente sull’Esk River dominando il mare d’Atlante. Thomas Skelton li attendeva impaziente nel buio della sua camera; serbando per loro il Donus. Ai quattro, arrivati al suo cospetto, lo consegnò, con il compito di rivelarlo. In quel preciso istante nacque il Tomfool Project”.

- Biglietto
5 euro (ingresso+consumazione).

- Punti vendita e orari
- Teatro Morelli
Via Lungo Busento Oberdan, 1
mercoledì e venerdì h 18.00 – 20.45
Tel 389/9232141
- InPrimafila
via F. Alimena 4/b – Cosenza
da lunedì a sabato h 09.30 – 13.00 / 16.30 – 19.30
Tel. 0984/795699
- Prevendita online www.inprimafila.net

- Info
info@progettomore.it

| more
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

lascia un commento:

aggiungi il tuo commento qui, o fai un trackback dal tuo sito/blog. evita di andare fuori tema o di inviare spam... se vuoi lasciare un commento generale, una jastima o un pernacchio vai sul muro