home » heavy rotation

heavy rotation – febbraio 2014

6 febbraio 2014 | milingo 5 commenti stampa stampa
 

against me transgender dysphoria bluesAgainst Me! – Transgender Dysphoria Blues
Tornano gli Against Me con “Transgender Dysphoria Blues”, il disco è il primo a uscire da quando Laura Jane Grace, già Tom Gabel, ha dichiarato pubblicamente di essere un transessuale. La vicenda personale della leader è parte integrante dei testi delle nuove canzoni della punk band, a partire dal titolo del CD che fa riferimento alla disforia di genere, il termine clinico con il quale viene descritto lo stato di depressione che accompagna chi si sente intrappolato nel corpo sbagliato. Dal punto di vista tecnico, la carica punk-cantautorale emerge in ogni singola nota. Dieci le tracce che compongono il CD, poco meno di trenta minuti di intensità e grinta, dove ritroviamo la rabbia nei suoni che tanto li ha fatti apprezzare nei precedenti lavori.

brunori-sas-volume-tre-santiago-taxiBrunori Sas – Mambo reazionario
Terzo capitolo della saga Brunori Sas. Italianità, genuinità, spontaneità sono sostantivi che hanno sempre disegnato i contorni creativi del nostro caro Dario Brunori. Ne “Il Cammino di Santiago in taxi”, Brunori tra ironia e malinconia parla di se stesso ma anche di noi. In “Mambo reazionario”, la canzone ritmicamente più veloce ed esotico del disco, Brunori dà libero sfogo alla sua ironia nei confronti dell’omogeneizzazione sociale di oggi.

chrome-division-infernal-rock-eternalChrome Division – (She’s) Hot Tonight
I Chrome Division non sono cambiati di una virgola, restano un progetto saldamente legato al divertimento e senza grosse pretese. “Infernal Rock Eternal” ribadisce con chiarezza l’assoluta adesione ai canoni di un grezzo hard rock festaiolo e disincantato, assolutamente efficace nella sua essenza stradaiola, costruito su riff di chitarra taglienti e refrain ariosi quanto basta per coinvolgere l’ascoltatore. L’ascolto è  scorrevole, ci riporta alla mente il metallo scanzonato che trovò terreno fertile nell’edonismo esasperato degli anni’80.

clementino-feat-negrita-buenos-aires-napoliClementino feat. Negrita – Buenos Aires/Napoli
Il rapper partenopeo che in questo momento sta portando più in alto il nome dell’hip hop italiano, incontra la rock band Negrita, dando vita al singolo Buenos Aires / Napoli. Tratto da Mea Culpa, la terza fatica in studio del rapper napoletano che ha visto anche la partecipazione di molti nomi noti della scena musicale italiana: tra gli ospiti dei brani ci sono Jovanotti, Fabri Fibra, Marracash, Il Cile, Meg, Noyz Narcos, ‘Nto, Paura e Gigi Finizio. Dj Shablo mescola il rap di Clementino al suono acustico sudamericano dei Negrita, dando vita ad un brano che ti invoglia a prendere lo zaino e partire.

dente-almanacco-del-giorno-primaDente – Invece tu
Giuseppe Peveri, alias Dente, nome di primo piano della nuova generazione di cantautori italiani, ha pubblicato il suo quinto disco, Almanacco del giorno prima, con un titolo ispirato ovviamente alla storica rubrica tv della Rai. Un tuffo retrò, che si sposa con l’anima vintage di Dente. Poeta metropolitano, ha ottenuto apprezzamenti negli ambienti indie, si è fatto conoscere a un pubblico più vasto grazie alla miriade di concerti fatti in giro per l’Italia, in compagnia della sua chitarra, e adesso, il grande salto, il passaggio a una major. Tutto l’album sembra scritto negli anni ’60, e questa vuol essere tutto tranne una critica: il futuro ha un cuore antico e Dente questo lo sa.

duracel-l'ora-d'ariaDuracel – L’ora d’aria
I Duracel arrivano al traguardo dei 10 anni di carriera con un nuovo disco, il quarto, dal titolo “L’ORA D’ARIA”. Una conferma e una crescita questo nuovo disco del combo veneziano che entra in studio con le idee chiare e con la voglia di trovare un sound ancor più personale. E quindi via libera a chitarre distorte quanto basta, voci ed armonizzazioni curate a puntino e melodie a non finire. I Duracel non cambiano, evolvono, crescono e dimostrano che si può fare anche mantenendo la filosofia dei “tre accordi” e poco più. L’Ora d’aria” parla di ragazzi sinceri e veri che si avvicinano ai 30, che hanno vissuto a pieno i loro anni di gioventù e che, senza rimpianti, ma con un po’ di nostalgia,  ci raccontano appoggiati al bancone del bar, la loro storia; una storia fatta di sbronze e riflessioni, amori e dissapori, kilometri su un furgone come quattro fratelli che ovunque vanno portano scompiglio.

fuzz-fuzzFuzz – Sleigh Ride
Ty Segall ne ha combinata un’altra delle sue. Non pago di sfornare dischi a profusione , di capeggiare un infinito numero di gruppi, ha trovato un nuovo modo di esprimere il suo multiforme ingegno. Niente chitarra stavolta: nei Fuzz Ty canta e suona la batteria, lasciando al fido Charlie Moothart il ruolo di chitarrista e a Roland Cosio quello di bassista. Non solo revival seventies per i Fuzz ma anche tanta psicadelia suonata con un deciso approccio metal, garage e strizzate d’occhio allo stoner ed allo sludge. “Fuzz” è un disco istintivo ed energico, suonato con l’entusiasmo e lo spirito vendicativo di una band di liceali d’assalto

nashville-pussy-Up-The-DosageNashville Pussy – Everybody’s Fault But Mine
Siamo di fronte a un nuovo album imperdibile per tutti gli amanti del rock polveroso in puro stile USA. I Nashville Pussy, ormai veterani della scena southern hard rock a stelle e strisce, tornano con il loro nuovo album, Up The Dosage. I Nashville Pussy tirano fuori dal cilindro una nuova prestazione da incorniciare, che parte da un songwriting brillante per deliziarci con la qualità sonora degli strumenti. Forti del loro solito stile a metà tra southern e hard rock, i Nashville Pussy proseguono la loro carriera con la stessa ironia e irriverenza di un tempo. In fondo, pare dirci il gruppo, siamo davvero fatti così, ci piace il sesso e la figa, l’alcol e la droga, far casino e star svegli fino tardi. Volenti o nolenti, questa è la nostra vita, questa è la nostra musica. E a noi, diciamolo, tutto ciò affascina. Ci piace l’impronta puramente americana del gruppo, il suo gusto melodico che talvolta sfiora quasi il country, ci piace il loro casino e la loro ruvidezza hard rock, ci piace il loro suonare differenti.

sanguemostro-cuo-rapSangue Mostro – 71
Ekspo – Ale Zin – DjUncino – Speaker Cenzou, sono i nomi della creatura Sangue Mostro: un suono maturo cresciuto nel disagio, ma con dentro tutta la positività e l’energia per investire e coinvolgere il pubblico. Un pezzo della storia del rap napoletano, che ritorna con Cuo Rap: l’essenza dei block party newyork, intriso di oldschool e con una certa attenzione verso tutto quello che è campionabile, facendovi annusare un pò di black music. 71, nuovo singolo dei Sangue Mostro, è un funk sapientemente scretchato da Dj Uncino e con il piano di Francesco Villani con un video che è un tributo ad alcune pellicole di spessore, uno su tutti Blues Brothers. I sangue mostro sono tornati

santa cruz - screamingSanta Cruz – Aiming High
L’hard rock nel più puro stile anni ’80 non passa mai veramente di moda, e in alcune parti del mondo è più vivo che in altre… Come nel Nord Europa, che negli ultimi anni sembra essere una fonte inesauribile di nuove band e progetti musicali dediti a questo genere. Questa volta è la Finlandia a sfornare, una band giovane e promettente, stiamo parlando dei Santa Cruz che arrivano al debutto discografico con “Screaming For Adrenaline”, album fresco ed esplosivo sin dalle primissime battute. Ogni singolo brano di questo album è un piccolo gioiello che va ad incastonarsi alla perfezione nell’insieme: riff tirati ed energici, assoli graffianti, ben costruiti e suonati, il tutto accompagnato da una grande voce che sembra fatta apposta per cantare questo genere; insomma 44 minuti di puro hard rock tirati al massimo.

sharon jones - give the peopleSharon Jones & The Dap King’s – Stranger to my happiness
Fuori per la Daptone Records, Give The People What They Want, nuovo capitolo dei Re del Dap e dell’incantevole voce di Sharon Jones. Dieci tracce che vi porteranno nell’essenza della black music, quando a “comandarsela” erano Motown e Stax: un viaggio all’indietro verso il funk di Memphis, a suon di sincopi e fiati impazziti. Ad incantare naturalmente, la voce: interpretazioni che sembrano uscite fedelmente 40 anni fa e che ricordano le voci dei tempi che furono (una su tutte Aretha Franklin). Un lavoro, nel complesso piacevole, vivo e con un messaggio ben preciso: portare alle nuove generazioni la purezza del soul che si faceva un tempo. Per l’Heavy rotation di questo mese, c’immergiamo nel soul di Sharon Jones & The Dap King’s.

truckfighters - universeTruckfighters – Mind Control
Truckfighters una band che del freddo svedese non ne vuole proprio sapere visto il calore desertico che sprigiona il sound del loro ultimo lavoro dal titolo Universe. Sin dall’inizio si parte col piglio giusto, con chitarre tirate, ruvide e passionali. L’aspetto più interessante è la vena psichedelica che attraversa il disco, come un’onda continua che bagna ogni angolo senza mai immergerlo del tutto. Visionari e poetici come pochi, il suono è elegante e lisergico allo stesso tempo.
Caliamoci allora in questo viaggio,

tuppi - greatesthitzTuppi – Voce del Verbo Precario
Tuppi è un promoter e dj pugliese. Voce del Verbo Precario, primo brano estratto dall’album Greatesthitz, è una miscela di sonorità reggae e rime taglienti che si muovono sul tema sempre attuale della precarietà. E’ la bandiera ironica e scanzonata della generazione 1000 euro, dei bamboccioni senza progetti e dell’Italia dove essere “figli di” vale più di un curriculum.

| more
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

5 commenti »

  • shurl.in il 30 giugno 2014 alle 12:15 ha scritto:

    A few years fishing rod components ago.This needs to be presented in a very short amount of time,
    mankind has sought fish as a breaded rectangle that is a fishing rod
    components no no. Upside down caddis, easy over caddis, caddis with gravy,
    blue-light special caddis, caddis with meatballs: it
    just didn’t matter.

  • Melara il 31 luglio 2014 alle 19:00 ha scritto:

    thank you for this amazing blog! whats your opinion of the best guitar amp shop in the neighborhood?

  • best pest control company in Maryland il 12 settembre 2014 alle 17:55 ha scritto:

    best pest control company in Maryland…

    radio ciroma 105.7FM – cosenza | rumori nell’etere cittadino » Blog Archive » heavy rotation – febbraio 2014…

  • best Baltimore criminal attorney il 24 settembre 2014 alle 18:35 ha scritto:

    best Baltimore criminal attorney…

    radio ciroma 105.7FM – cosenza | rumori nell’etere cittadino » Blog Archive » heavy rotation – febbraio 2014…

  • www.Ip-Plastic.com il 9 ottobre 2014 alle 17:48 ha scritto:

    Attractive section of content. I just stumbled upon your website and in accession capital to assert that I acquire
    actually enjoyed account your blog posts. Any way I’ll be subscribing to your augment and even I achievement you access
    consistently quickly.

lascia un commento:

aggiungi il tuo commento qui, o fai un trackback dal tuo sito/blog. evita di andare fuori tema o di inviare spam... se vuoi lasciare un commento generale, una jastima o un pernacchio vai sul muro