home » approfondimenti, appunti

Moneta e finanziarizzazione. Ne discutiamo con Stefano Lucarelli

2 marzo 2014 | milingo 1 commento stampa stampa
 

finanziarizzazionea cura di: Sud Comune

La trasmissione di Mercoledì 26 Febbraio si è occupato di: “MONETA E FINANZIARIZZAZIONE. Ne abbiamo discusso con Stefano Lucarelli.

Ritorniamo agli anni ’70 ed alle questioni affrontate ed approfondite all’interno del gruppo di “Primo Maggio”, la rivista di storia militante diretta da Sergio Bologna. Nella pubblicazione “La rivista Primo Maggio”(1973-1989), Derive Approdi, 2010, a cura di Cesare Bermani, appare il saggio di Stefano Lucarelli dal titolo “Sentieri Interrotti”. Questo saggio, a nostro avviso, permette a chiunque di comprendere come negli anni’70 l’operaismo mosse i primi passi. “Sentieri interrotti”, perché l’esperienza di “Primo Maggio”, e in particolare del cosiddetto “gruppo della moneta”, si concluderà verso la fine di quegli stessi anni, per poi riemergere negli anni’90, certo in forme e percorsi diversi, anche individuali, incalzata sopratutto dagli stimoli derivanti dalla “crisi del 1997″ nei paesi del Sud-Est Asiatico e poi dalla Russia, dalla bolla internettiana e, nel 2007, dalla grande “crisi sistemica” del capitalismo finanziario. Leggendo, dunque, la ricostruzione di Lucarelli, si capisce l’importanza della “dichiarazione dell’inconvertibilità del dollaro” del 15 Agosto del 1971. Quella “famosa dichiarazione” era il punto di arrivo del periodo architettato a Bretton Woods nel 1944 da White e da Keynes, chiamato appunto il “sistema monetario di Bretton Woods”. Dopo quel 15 Agosto del 1971, Toni Negri scrisse un articolo su “Potere Operaio” (pubblicazione mensile), in cui interpretava questa operazione di “portata epocale” dal punto di vista del famoso “Frammento sulle macchine”, tratto dai “Grundrisse”, dove Marx anticipa la “fine della legge del valore-lavoro” a fronte dello “sviluppo delle forze produttive”, della “scienza incorporate nelle macchine”. Common-RadioA quel punto il “lavoro” rappresenta la “base miserevole del valore” e dunque viene meno il riferimento a un “equivalente generale”. Il senso dell’articolo di Negri era quello di legare “l’inconvertibilità” alla “non misurabilità del valore”. Cessava dunque la possibilità stessa di ragionare in termini di “equivalente generale” nelle forme del marxismo classico, cioè del “denaro” come “merce sovrana” alla quale le “altre merci” si rapportano trovando in essa una “traduzione monetaria”. L’interpretazione di Negri si poneva quindi dentro la “rottura del nesso” tra la “misurabilità del valore” e la”rappresentazione monetaria” di questa misurabilità, cioè “l’equivalente generale”. L’anno seguente, Sergio Bologna scrive un articolo che sarà fondativo della rivista “Primo Maggio” e del “gruppo sulla moneta”: “Moneta e Crisi. Marx corrispondente della New York Daily Tribune”.

Gli estratti audio della trasmissione

Cenni storiciASCOLTA
Le considerazioni di S. LucarelliASCOLTA

Stefano Lucarelli

Stefano Lucarelli (Marsciano 1975) è ricercatore confermato di Economia Politica presso il Dipartimento di Scienze Aziendali, Economiche e Metodi Quantitativi (già “Hyman P. Minsky”) dell’Università di Bergamo, dove insegna Economia Monetaria Internazionale ed Etica Economica e dell’Impresa. Laureatosi in discilpine economiche e sociali presso l’Università Bocconi ha poi conseguito il Dottorato in economia politica presso l’Università Politecnica delle Marche. Le sue principali pubblicazioni sono apparse su “European Journal of Economic and Social Systems”, “International Journal of Political Economy”, “Review of Social Economy” e in volumi collettanei editi da Routledge, Edward Elgar, Peter Lang, Semiotext(e). Ha tradotto dal francese con Hervé Baron, curato e introdotto con Andrea Fumagalli, l’edizione italiana di “Dall’euforia al panico. Pensare la crisi finanziaria”, di André Orléan, ombre corte, 2010. Con Marco Passarella ha curato “New Research Perspectives in the Monetary Theory of Production”, BUP-Sestante, 2012.

Contatti:

info@sudcomune.it

http://www.sudcomune.it

ascolta:   ascolta:  
| more
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading ... Loading ...

1 commento »

  • generouslyfuturisticdecorousdeal.tumblr.com il 23 ottobre 2014 alle 00:47 ha scritto:

    Uno de los integrantes del conjunto New Kids On The Block fue sacado del clóset por su amiga y compañera de éxitos en los ‘ochenta,
    Tiffany, en enero de 2011, cuando reveló que había salido con él “antes de que se hiciera gay”.

lascia un commento:

aggiungi il tuo commento qui, o fai un trackback dal tuo sito/blog. evita di andare fuori tema o di inviare spam... se vuoi lasciare un commento generale, una jastima o un pernacchio vai sul muro